a
È un centro di competenze e di sperimentazione dedicato al mondo della calzatura, ideato per dare spazio alla creatività di designer, makers, artigiani digitali e avvicinare le imprese al tema dell’industria 4.0.

Follow us

Shoe Style LAB forma gli studenti

con gli Studenti del Corso IFTS "Tecniche di industrializzazione del prodotto e del processo per il settore calzaturiero lombardo".

Shoe Style LAB forma gli studenti

Lo Shoe Style LAB ha ospitato per due settimane in questi giorni di gennaio gli studenti del corso di Istruzione Formazione Tecnica Superiore (IFTS) “Tecniche di industrializzazione del prodotto e del processo per il settore calzaturiero lombardo”, avente come capofila l’Istituto Bernocchi di Legnano.

Il progetto rappresenta una proposta formativa innovativa che ha coinvolto fin dalla progettazione le aziende manifatturiere lombarde del settore lombardo con l’obiettivo di formare figure altamente specializzate, pronte per essere inserite nei reparti produttivi dei calzaturifici.

La formazione delle figure produttive calzaturiere è attualmente quasi inesistente, limitata a poche scuole professionali dalle quali comunque emerge la mancanza di strutture in grado di ospitare l’attività pratica laboratoriale. Grazie alla collaborazione della Fondazione Roncalli, parte significativa delle attività laboratoriali saranno svolte all’interno dello Shoe Style LAB di Vigevano, in particolare quelle legate all’innovazione e che comportano l’utilizzo dei macchinari laser cut e delle stampanti 3D.

 

 

Questo corso vuole segnare un’inversione di tendenza rispetto ai percorsi di formazione più diffusi, concentrati sulle figure relative al marketing e al design, concentrando l’azione formativa sui processi produttivi (interessati come in altri settori alle innovazioni legate ad industria 4.0) e sul prodotto di punta del settore calzaturiero lombardo: la scarpa elegante da donna.

 

 

Il progetto, oltre al capofila Istituto ISIS Bernocchi di Legnano e alla Fondazione Roncalli, coinvolge una partnership di altissimo livello: Confindustria Alto Milanese, Confindustria Pavia, Assocalzaturifici, IS Marcora di Inveruno, Eurolavoro, Arsutoria School, Laboratorio ATOM di Vigevano e Università degli Studi di Pavia.

Oltre alle attività di aula e laboratoriali, gli studenti affronteranno 460 ore di stage accolti da imprenditori e manager che insegneranno loro come progettare e sviluppare i componenti di un prodotto artigianale, eseguire il disegno, collaborare alla realizzazione dei prototipi e alla loro messa in produzione.

 

Tra le aziende, figurano: Cesare Martinoli-Caimar, Re Marcello, Mosaicon Shoes, Calzaturificio Speroni, Atelier HCI, Calzaturificio Nebuloni Eugenio, Calzaturificio Vittorio Valsecchi, Fratelli Rossetti, Ifaba, La Griffe, Novarlux Italia, Nuova Bollati Scarpe, Roveda, Vigens, Calzaturificio Brunate.

 

Il percorso formativo è stato anche premiato l’1 dicembre scorso in occasione della Fiera Job & Orienta di Verona con un riconoscimento all’innovatività consegnato dall’Assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro di Regione Lombardia, Valentina Aprea.