a
È un centro di competenze e di sperimentazione dedicato al mondo della calzatura, ideato per dare spazio alla creatività di designer, makers, artigiani digitali e avvicinare le imprese al tema dell’industria 4.0.

Follow us

AnOtherShoe: diamo il via alla prima residenza internazionale

AnOtherShoe: diamo il via alla prima residenza internazionale

Dal 19 al 25 marzo lo ShoeStyleLab, in collaborazione con WeMake, ospita in residenza AnOtherShoe, un progetto di ricerca nato nel 2015 fondato da Sophia Guggenberger e Eugenia Morpurgo e sviluppato con il supporto di TimeLab, Gent BE, e WeMake.

AnOtherShoe è un modello alternativo di produzione di calzature open source, basato sulla condivisione delle conoscenze e sulla fabbricazione digitale on demand. Grazie all’uso di tecnologie di prototipazione rapida, che si possono trovare in un fablab, e a metodi di assemblaggio semplificati, si possono realizzare scarpe in modo economico, semplice e modulare.

 

L’obiettivo del progetto AnotherShoe è di rendere disponibile una scarpa riproducibile e personalizzabile, componibile a mano, senza colla e cuciture, e tenuta insieme da un laccio che scorre attraverso dei fori presenti nei vari componenti. Non solo, si possono anche scegliere e personalizzare i materiali per ciascun paio di scarpe, imparare a modificare il modello e a ripararlo: la produzione delle calzature non avviene più in una fabbrica di una localita’ sperduta del globo ma diventa locale, personale, e trasferisce esperienza e competenze a chi le fabbrica, per poi indossarle.

L’utente potrà acquistare un Kit d’assemblaggio che offre tutte le componenti pre-tagliate, realizzate con materiali selezionati da AnOtherShoe. Questa opzione permette al cliente di comprendere meglio i passaggi necessari per fare il proprio prodotto, così come la sua costruzione.
Un’ulteriore opzione consiste nelle scarpe finite, pronte per essere indossate, le quali rendono l’idea del progetto accessibile ad un audience più diversificato, il quale non necessariamente proviene da un background DIY, ampliando così la portata della conoscenza concepita all’interno dei makerspaces.

Nel tentativo di iniziare una piccola produzione, il team di AnOtherShoe ha cominciato a confrontarsi con artigiani nei vari distretti della produzione del pellame e della calzatura. Dopo poco si sono rese conto che per proporre una sistema produttivo sostenibile diviene necessario apportare alcune modifiche al prodotto in funzione dei macchinari e delle competenze esistenti nel distretto.

In funzione di questo, acquisire competenze nell’utilizzo del tavolo da taglio Flashcut FC 888 presente allo Shoe Style Lab, porterebbe un contributo importante per l’evoluzione del progetto.

 

Grazie ad un periodo breve di residenza, il team avrà l’opportunità di acquisire queste competenze e riprogettare una variante del modello AnOtherShoe esistente che possa essere prodotta utilizzando tavoli da taglio e che abbia un assemblaggio ancora più semplificato.

L’obiettivo è presentare un modello di scarpa che possa essere il prodotto sia di una filiera artigianale che di una filiera di auto-produzione all’interno di un FabLab, permettendo quindi anche a chi è al di fuori della realtà dei makers di consumare un prodotto riparabile e realizzato su richiesta.

In conclusione al periodo di residenza, il duo di designer ha in programma un workshop nel quale insegna a progettare e prototipare nuovi modelli di calzature producibile con i macchinari presenti nello Shoe Style LAB. Iscriviti qui e condividi evento su Facebook!